Amazon

domenica 9 ottobre 2016

Spiegazione del Gladiolo all'uncinetto

Un nome il suo dovuto alla forma delle foglie che in latino significa appunto “piccola spada”. 
Il gladiolo è un fiore conosciuto sin dall’antichità per la sua splendida fioritura dove veniva utilizzato principalmente nelle cerimonie come ornamento. Oggi lo troviamo
ibridato in una varietà infinita di colori dove è uno dei fiori più apprezzati per abbellire i giardini. Ho cercato di far durare nel tempo la sua bellezza ricreando questo bellissimo fiore all’uncinetto. Per realizzare il gladiolo all’uncinetto occorre preparare il fiore (per il  quale ho ripreso i petali del giglio che sono 6), i boccioli di 3 grandezze diverse, i calici che sono di 2 misure diverse, i pistilli, uno stelo robusto e naturalmente le foglie che ho creato di 3 altezza diverse. 

Spiegazione del fiore. 

Ogni fiore è composto da 6 petali.

  • Avviare 30 catenelle
  • 1 giro:3 punti bassi, 3 mezze maglie alte, 3 punti alti, 11 punti alti doppi, 3 punti alti, 3 mezze maglie alte, 3 punti bassi, rifare uguale all’altro lato delle catenelle.
  • 2 giro: uguale al primo giro più 3 aumenti da fare nei punti alti doppi che saranno quindi 14 invece di 11. 
  • 3 giro: tagliare un pezzo di filo di ferro zincato adeguato alla grandezza del petalo più qualche cm in più e inserirlo al petalo lavorandoci attorno i punti bassi. Tendere bene il lavoro, attorcigliare su se stesso un pezzetto di filo di ferro e chiudere il lavoro. 

Spiegazione del pistillo.

Tagliare circa 15 cm di lenza da pesca( possibilmente non colorata) poggiarla sull’indice e tenendola ferma con il pollice lavorarci sopra 20 punti bassi. 
Nell’ultimo punto basso fare 5 punti alti e chiuderli assieme tenendo all’interno sempre inserita la lenza. Ora chiudere il lavoro e quando si ferma il cotone cerchiamo di dare la forma di piccola pallina ai 5 punti alti. Per ogni fiore dobbiamo realizzare 3 pistilli. Ora che abbiamo i 6 petali e 3 pistilli assembliamo il fiore. Posizionare i 3 pistilli in un petalo e unirli adesso cucendoli in basso alla base del petalo, dobbiamo sentirli belli fermi. Uniamo a questo petalo altri 2 petali, cuciti sempre in basso per formare la sezione centrale del fiore, continuiamo poi ad unire gli altri 3 alternandoli per ottenere la giusta forma del fiore. Per realizzare il gladiolo di questi fiori dobbiamo prepararne 4. 

Spiegazione del bocciolo grande.

Per questo bocciolo dobbiamo preparare 3 petali identici a quello del fiore con relativi 3 pistilli e stesso procedimento. Di questi boccioli ne faremo 2. 

Spiegazione del bocciolo medio.

  • Avviare 25 catenelle.
  • 1 giro: 3 punti bassi, 3 mezze maglie alte, 3 punti alti, 6 punti alti doppi, 3 punti alti, 3 mezze maglie alte, 3 punti bassi, rifare uguale all’altro lato delle catenelle. 
  • 2 giro: identico al primo giro con 3 aumenti nei punti alti doppi che invece di 6 saranno quindi 9. 
  • 3 giro: inserire il filo di ferro zincato della lunghezza che ci occorre lavorandoci attorno i punti bassi e chiudere il lavoro, stesso procedimento dei petali del fiore. 

Di questi petali ne faremo 2 per bocciolo e andranno cuciti in basso alla base per tenerli uniti. 
Di questi boccioli ne faremo 3. 

Spiegazione del bocciolo piccolo.

Stesso procedimento del petalo medio, tranne il 3° giro dove lavorerete i punti bassi senza l’inserimento del filo di ferro zincato. Di questi petali ne faremo 1 per bocciolo e i boccioli saranno in totale 3. 

Spiegazione del calice grande.

Il procedimento è lo stesso utilizzato per creare il petalo del bocciolo medio, fare quindi le 25 catenelle e il primo e il secondo giro identici al petalo, poi senza chiudere il lavoro fare altre 25 catenelle per creare un altro petalo unito al precedente. Si scende poi con dei punti bassissimi sino all’inizio del petalo e si chiude il lavoro tenendo il cotone un po’ lungo. Si avvicinano i 2 petali e sino a metà vengono cuciti da un lato e poi dall’altro. 
Abbiamo creato così il calice dove inseriremo il fiore e anche il bocciolo grande. In totale dovremmo farne 6. 


Spiegazione del calice piccolo.

Stesso procedimento del calice grande lavorandolo però solo sino al primo giro. Di questi calici dovremmo farne 6 dove poi andranno inseriti i  3 boccioli medi e i 3 boccioli piccoli. 

Ora tagliamo circa 15 cm di filo di ferro zincato e lo inseriamo alle estremità di ogni fiore e bocciolo creando un semicerchio, lo annodiamo per 2-3 volte per bloccarlo e poi lo inseriamo nel calice. Una volta fatto per tutti i fiori e tutti i boccioli( tranne un bocciolo piccolo) tagliamo un pezzo di filo di ferro plastificato abbastanza robusto perché deve reggere il peso dei fiori e dei boccioli. Curviamo una punta dello stelo a creare un piccolo perno (aiutandoci con una pinza), dove avvolgiamo a spirale il bocciolo piccolo allacciandolo allo stelo con il filo di ferro, inseriamo poi il calice che avvolgerà il bocciolo. Adesso uno alla volta cominciando dal bocciolo piccolo allacceremo allo stelo tutti i boccioli e i fiori in ordine crescente. Valutate poi la lunghezza dello stelo tenendo presente anche il pezzetto che andrà inserito all’interno del vaso. Ora ricopriamo lo stelo con il cotone verde lavorandoci attorno le catenelle una volta a destra e una volta  a sinistra dello stelo, facendo magari qualche punto in più in concomitanza delle giunture dei fiori e dei boccioli per coprire bene anche il filo di ferro zincato, tralasciate ovviamente il pezzetto che andrà inserito all’interno del vaso. Fatto questo sistemate bene i fiori e i bocciolo dandogli la giusta forma.              
Ora per completare il gladiolo dobbiamo preparare le foglie che ho realizzato di 3 grandezze diverse per dare più naturalezza all’insieme. 

Spiegazione della foglia grande.

  • Avviare 71 catenelle, inserire il filo di ferro zincato( tagliato 2 volte la lunghezza delle catenelle più altri 10 cm circa) lavorarci attorno i punti bassi sia da un lato che dall’altro delle catenelle.
  • 1 giro: 25 punti alti doppi, 15 punti alti, 10 mezze maglie alte, 10 punti bassi, 10 punti bassissimi, lavorare uguale all’altro lato partendo ovviamente dai punti bassissimi.
  • Chiudere il lavoro e attorcigliare su se stesso il restante filo di ferro per circa 3 cm a formare un piccolo stelo che consentirà poi di inserire la foglia nel vaso. 

Spiegazione della foglia media.

Il procedimento è identico alla foglia grande cambiano solo i punti che saranno: 51 catenelle, i punti bassi attorno al filo di ferro e fare poi: 15 punti alti doppi, 10 punti alti, 10 mezze maglie alte, 10 punti bassi, 5 punti bassissimi.

Spiegazione della foglia piccola.

Stesso procedimento delle altre foglie anche qui cambiano i punti che sono: 31 catenelle, sempre i punti bassi attorno al filo di ferro e il primo giro che sarà: 10 punti alti doppi, 5 punti alti, 5 mezze maglie alte, 5 punti bassi, 5 punti bassissimi. 


Realizzate tutte le foglie che vi occorrono per completare il gladiolo e ammirate il vostro capolavoro. Naturalmente potrete modificare la composizione seguendo sempre la vostra fantasia e passione, cambiando i colori e la quantità di fiori e boccioli. Il mio è solo un esempio che ho avuto il piacere di condividere con voi e spero come sempre di essere riuscita a spiegare tutto al meglio. Buona creazione a tutti ci sentiamo alla prossima!

4 commenti:

  1. que hermozos trabajos colores divinos gracias

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alicia grazie di cuore per le tue belle parole.

      Elimina